La nostra avventura inizia nel maggio del 1966 quando nonna Concetta ed il figlio Giannino partirono per la Svizzera chiamati dallo zio Carmelo che era ritornato dal Venezuela con poca fortuna e aveva trovato lavoro in un albergo.

Nel 1972 Giannino e la nonna Concetta aprirono la prima Pizzeria – Ristorante “Jolly” e con l’aiuto di Carmela, che da lì a poco sarebbe diventata sua moglie, e dei suoi fratelli, Andrea, Gerardo e Cocco portano avanti l’attività che progredisce con successo, Il piccolo ristorante aveva una clientela prettamente di Milano, Torino, Brescia ma il lavoro si concentrava solo nei mesi estivi e, nei mesi invernali, si doveva risalire in Svizzera, oppure ad Asiago.

Nel 1976 Carmela e Giannino si sposano ed insieme continuano l’attività sempre alternando le estati a Marina di Camerota e gli inverni all’estero.
La famiglia comincia a crescere e, con la nascita dei primi figli Monica e Davide la ricerca di un’attività che consentisse una maggiore stabilità diventa prioritaria. Si decide quindi di aprire una macelleria, nella piazza principale del paese, ciò permetterà di apprendere parecchio su taglio, lavorazione e cottura delle carni da offrire agli ospiti in alternativa al prodotto locale: il pesce. Gli anni passano e arriva anche la più piccola: Simona.

Nel 2002, la Famiglia Mea con a capo Giannino acquista il famoso ristorante “Al Vecchio Frantoio”, rinomato locale storico di Marina di Camerota, di proprietà delle Famiglie Valentone e Comite. Su 9000 mq di terreno pieno di secolari ulivi erano presenti anche bungalow e chalet in legno che, con molto lavoro e tanta passione da parte di tutta la famiglia compresi i nonni Eugenio e Carmeluccia, si sono trasformati nelle 24 camere del “Park Hotel Cilento” a formare un ferro di cavallo fra un ulivo e l’altro.
Il duro lavoro giornaliero di tutti noi non ci distrae dall’offrire ai nostri ospiti sempre un caloroso sorriso di benvenuto insieme a Giulia, Francesco, Giada, Lorenzo e Gaetano: i neonati della terza generazione che stanno aspettando i nuovi…

Sperando di essere riusciti a trasmetterVi il sapore di un’accoglienza quanto mai familiare un grande ringraziamento e un umile Arrivederci da

GIOVANNI E CARMELA MEA